AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità

Tutti gli elementi

17/12/2008

Concluso il progetto “Tracciabilità del pescato”

Foto allegate: Foto 1

  Sono già arrivate al mercato le prime cassette di alici con l’etichettatura totalmente conforme alla legge. Questo è il risultato del progetto “Tracciabilità del pescato” che identifica il pesce e controlla le zone di cattura usando i sistemi GPS, installati a bordo delle barche. L’iniziativa, avviata lo scorso gennaio, è stata illustrata nel corso del convegno conclusivo nella sede dell’Istituto alberghiero “Wojtyla” di Catania.
“A sostegno della pesca artigianale e dei prodotti derivati, abbiamo agito per indurre i pescatori a non eludere le norme sulla tracciabilità del pescato” così ha dichiarato Giuseppe Castiglione, presidente della Provincia di Catania; che è stato Ente capofila del progetto, le cui fasi sono state: individuazione della flotta che opera nel Golfo di Catania, “monitoraggio” di una dicina di barche che utilizzano esclusivamente la rete a tratta (menaide) cioè quella rete che non è attaccata al fondo del mare ma va in balia delle corrente: il pesce azzurro che vi rimane impigliato, per le modalità di cattura, ha carni più chiare e saporite, ottime per la marinatura.
“Con la tracciabilità - hanno più volte ribadito i relatori - i consumatori sono sicuri di comprare i veri “masculini da magghia”. Questo prodotto - immediatamente imballato, rapidamente trasportato, correttamente refrigerato - è il prodotto principe del Golfo di Catania. In questo specchio di mare, dal particolare habitat, le alici sono pescate in modo tradizionale, che è tipico di questa area geografica”.
A garanzia del consumatore, in banchina, all’arrivo delle barche è presente un certificatore, che procede alla identificazione del prodotto e al suo confezionamento. Un data base contiene informazioni relative a imbarcazioni, rotte, tipologia dell’area marina, zona di cattura. Collegandosi al sito della Provincia, il consumatore potrà entrare nel sistema di tracciabilità e cononoscere l’orgine delle partite del perscato”.
Il progetto “Tracciabilità del pescato”, finanziato dal P.O.R. Sicilia 2000-2006 (misura 4.17, sottomisura A), è stato gestito, oltre che dalla provincia regionale di Catania, dall’Istituto zooprofilattico “A. Mirri” di palermo, dall’Associazione Ketos di Catania e dalla Softeco Sismat spa di Genova.

Osservatorio Europeo

a cura: dell´UFFICIO STAMPA Centro Direzionale Nuovaluce Via Nuovaluce, 67a - Tremestieri Etneo [CT]

LINEE GUIDA ENEA
Risparmio ed efficienza energetica in ufficio – Guida operativa per i dipendenti

Amministrazione trasparente
Trasparenza ai sensi dell’art.34 della Legge Regione Siciliana n. 7 del 2019”
Atti di Notifica
Segnalazioni
Esprimi la tua opinione
Portale delle Gare Telematiche
Segnalazioni & Suggerimenti

Per segnalazioni o eventuali proposte il cittadino può utilizzare la seguente e-mail segnalazioni.cittadini@cittametropolitana.ct.it


Whistleblowing - Segnalazione Illeciti

 

  • 12 aprile 2017

    AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA NOMINA DI N. 3 COMPONENTI DELL’ORGANISMO IND...

    Approvato con determinazione dirigenziale n. gen. 1180 dell’11 aprile 2017. La ...

    Continua.....

  • 19 settembre 2013

    Bandi di Selezione nuovi Corsi ITS – Corsisti e Docenti - Fondazione ITS per la ...

    AVVISO Ufficio Proponente: FONDAZIONE ISTITUTO ...

    Continua.....

  • 5 ottobre 2012

    Concorso indetto dall’Arpa Sicilia e dal laboratorio Regionale INFEA, in essa in...

    AVVISO Ufficio Proponente: II DIPARTIMENTO “GESTIONE ...

    Continua.....

  • 23 giugno 2011

    Bando di Mobilità esterna per la copertura , mediante selezione per titoli e co...

    AVVISO Ufficio Proponente: Provincia Regionale ...

    Continua.....